Facebook Instagram

11/14 FEBBRAIO 2018

DA MICAM SHOEVENT I PRIMI SEGNALI POSITIVI NELLE PRESENZE DEI VISITATORI (+3,7%) CRESCONO SOPRATTUTTO I VISITATORI STRANIERI 

35.113 visitatori hanno varcato le porte di MICAM ShoEvent dal 20 al 23 settembre, facendo registrare un incremento sul totale pari al 3,7% rispetto a settembre 2002. Il risultato è certamente molto positivo soprattutto perché ottenuto in un momento parti
35.113 visitatori hanno varcato le porte di MICAM ShoEvent dal 20 al 23 settembre, facendo registrare un incremento sul totale pari al 3,7% rispetto a settembre 2002. Il risultato è certamente molto positivo soprattutto perché ottenuto in un momento particolarmente critico per il mercato delle calzature.

Alla luce dei dati negativi relativi alla produzione e all`export nei primi 5 mesi del 2003, il presidente di ANCI, Rossano Soldini, ha ribadito anche durante i giorni della manifestazione l'urgenza di interventi concreti a tutela del Made in Italy. 'Proprio durante MICAM siamo venuti a conoscenza dell'esistenza di una volontà politica positivamente orientata ad azioni legislative in tema di lotta alla contraffazione del marchio di origine Made in Italy. Teniamo a sottolineare che tale volontà politica non è assolutamente sufficiente se non prevede l'obbligatorietà, sia in sede nazionale che in sede Europea, dell'apposizione del marchio di origine sui prodotti provenienti da paesi extra-UE'.
Un provvedimento rapido e coerente è, secondo ANCI, lo strumento indispensabile per salvaguardare il sistema calzaturiero italiano. 'Da parte nostra - ha spiegato il presidente di ANCI - per tutelare l'occupazione e garantire il consumatore continueremo, anzi incrementeremo, tutte le iniziative di sensibilizzazione sull'obbligatorietà'.

Il risultato di MICAM ShoEvent è peraltro il segnale che la calzatura italiana mantiene un fascino di attrazione molto forte soprattutto nei confronti degli stranieri. Non a caso, mentre l'incremento dei visitatori italiani rispetto a settembre 2002 è stato dell'1,1% (totale 20.431 visitatori) l'aumento dei visitatori stranieri è stato del 7,6% per un totale complessivo di 14.682 presenze.
Si tratta di un risultato molto importante che aggiunge un altro record ai tanti già registrati da questa edizione della manifestazione: 51.656 metri quadrati di superficie netta occupata, con un incremento del 6% rispetto allo scorso anno e 1.299 espositori, con una crescita del 5,7% rispetto a settembre 2002.

'Siamo particolarmente soddisfatti del risultato raggiunto - ha affermato ancora il Presidente Soldini - soprattutto perché la manifestazione dimostra non solo di 'tenere', ma anche di saper crescere in tempi sicuramente non facili. Crediamo inoltre che possiamo leggere questo risultato anche come un'importante conferma che il Made in Italy calzaturiero è, per l'intera economia nazionale, una ricchezza, che ANCI si impegna ancora una volta a preservare'.

Tra i paesi che hanno fatto registrare il maggior numero di presenze si segnalano il Giappone con 1.210 visitatori accreditati (+3,2%) e la Francia con 936 presenze (+18%); quest'ultima è tra i paesi che hanno avuto i maggiori incrementi insieme a Spagna (+20,7%), Gran Bretagna (+27,2%). Molto positivi anche i dati riferiti ai buyer tedeschi che hanno fatto registrare un aumento del 40,9% nelle presenze e a quelli svizzeri (+16,2%). Sono quindi i paesi della vecchia Europa a fare la parte del leone insieme alla Russia (+8,8%) di gran lunga il primo paese dell'Europa Orientale per numero di presenze e per incremento. Non altrettanto positivi sono invece i dati riferiti agli Stati Uniti (-1,3% nel numero di visitatori) anche se molti espositori hanno notato una presenza particolarmente qualificata tra gli stand. Scarica l'allegato:


Pubblicato il 09/25/2003



Scarica gli allegati