Facebook Instagram

11/14 FEBBRAIO 2018

MICAM IN PRIMA LINEA PER LA FORMAZIONE 

ANCI è da sempre impegnata in primo piano nell'ambito formativo, e per il nuovo appuntamento con MICAM presenta una serie di iniziative e di attività volte a sostenere lo sviluppo e la formazione nel settore calzaturiero.
ANCI è da sempre impegnata in primo piano nell'ambito formativo, e per il nuovo appuntamento con MICAM presenta una serie di iniziative e di attività volte a sostenere lo sviluppo e la formazione nel settore calzaturiero.

Da ormai sette anni ANCI, in collaborazione con il Ministero, è inoltre promotrice del concorso 'I love Italian Shoes', che coinvolge decine di Scuole e Istituti in tutta Italia e permette ai più giovani di realizzare progetti dedicati al mondo delle calzature. Un cenno particolare merita anche l'attività d'intesa con la Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo per premi di laurea, rivolta a laureati dal 2004 al giugno 2006. Con queste iniziative l'Associazione vuole sostenere quanti decidano di servirsi del proprio talento per mantenere il patrimonio calzaturiero italiano un contributo importante per l'immagine e l'economia del Paese.

La stretta collaborazione tra ANCI e il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) ha portato all'allestimento del tradizionale spazio ANCI-MIUR (Padiglione 5 M 01-07 / N 02-08), che in questa edizione vede l'avvio idi una nuova iniziativa che prevede la selezione di un progetto di particolare interesse tra quanti vengono e verranno sottoposti, durante un intero anno, da artisti e artigiani di particolare talento.

Il progetto scelto per questa edizione è 'Esoscheletro', modo nuovo e poetico di guardare al piede con un intento decorativo davvero contemporaneo, che durante la manifestazione verrà presentato attraverso tre video proiezioni sincronizzate, situate in uno spazio nudo e raccolto al centro del Padiglione 5.
Il giovane creativo che ha realizzato il progetto è il ligure Manuel Poggi che, dopo aver frequentato la Scuola del Fumetto di Milano e aver lavorato come disegnatore per 'La settimana enigmistica', ha sviluppato una forte passione per l'anatomia del piede e ha realizzato diversi prototipi di scarpe.
La direzione artistica del progetto 'Esoscheletro' è stata affidata ad Aldo Premoli, consulente delle Aree di Ricerca del Comitato Moda/SMI-ATI e di ANCI.

Sempre nell'ambito di una stretta collaborazione con l'Associazione, il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca ha recentemente stanziato un finanziamento che assicurerà le attività formative previste nel protocollo d'intesa stipulato con ANCI nel marzo 2005.
Si stanno così organizzando e avviando poli formativi-tecnologici calzaturieri in sinergia con i Sindacati Nazionali e territoriali dei lavoratori, le Regioni e le Associazioni Industriali Territoriali.
Le prime regioni che partiranno con queste iniziative saranno Veneto, Marche, Lombardia, Emilia Romagna e Puglia, che nella logica dell'ottimizzazione delle risorse costituiranno un Polo Formativo Calzaturiero, e ciascuno coordinerà un'azione nazionale di sistema, con la collaborazione di tutti i Poli Formativi Calzaturieri.

Le azioni previste riguardano la promozione di un network tra enti e strutture di ricerca con la predisposizione di un rapporto su 'Ricerca e Innovazione nel settore calzaturiero' (coordinamento affidato al Polo della Regione Lombardia); la realizzazione di un manuale di alternanza costruito sulla base delle esperienze nazionali e locali, completato da un 'kit di Alternanza' per le scuole e le aziende(coordinamento affidato al Polo della Regione Veneto); la redazione di un rapporto sulla formazione implicita nelle imprese calzaturiere collegato ad un rapporto sulla domanda di qualificazione per 4-5 figure chiave(coordinamento affidato al Polo della Regione Marche); la realizzazione di un manuale di orientamento costruito sulla valorizzazione del 'meglio' delle esperienze locali e nazionali con kit di orientamento da distribuire nelle scuole (coordinamento affidato al Polo della Regione Puglia) e di un manuale della formazione formatori, costruito sulla base di un corso realizzato con la partecipazione delle eccellenze formative presenti nei Poli calzaturieri (coordinamento affidato al Polo della Regione Emilia Romagna).

L'impegno ANCI e Sindacati Nazionali di categoria prosegue anche nella individuazione dei lavori da attivare con il Ministero del Lavoro.
Inoltre nel mese di Febbraio si sono conclusi il progetto Europeo Leonardo 'L.E.S.C.A.R.P.E.' e il progetto 'Made in Italy. La filiera Moda: calzature, tessile e distribuzione', finanziato da Fondimpresa
Nel corso di quest'ultimo, svoltosi da aprile a novembre del 2005, sono stati realizzati 177 corsi di formazione presso 70 imprese sia a nord che a sud della Penisola (Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Marche, Campania, Sicilia).
All'iniziativa hanno aderito 1.516 lavoratori (1.043 donne), il 65% dei quali impiegati e quadri, che hanno beneficiato di più di 60.000 ore di formazione, suddivise in formazione d'aula, affiancamento e training on the job e formazione a distanza.
La prima parte del programma ha riguardato soprattutto le tematiche ambiente, sicurezza ed innovazione organizzativa, sviluppo organizzativo, innovazione tecnologica, competenze tecnico-professionali, competenze gestionali e di processo e qualificazioni e riqualificazione.
Nella fase della formazione a distanza gli utenti hanno potuto approfondire i temi di maggiore interesse volti a fare acquisire competenze tecniche e specifiche di settore.
Il progetto ha reso possibile un'interessante e innovativa azione di aggregazione tra tessili e calzaturieri e tra province del nord e del mezzogiorno. Grazie a questa sperimentazione sarà possibile innescare ulteriori iniziative di collaborazione tra imprese, associazioni e sindacati dei lavoratori.
Scarica l'allegato: cs_05_formazione_def.pdf


Pubblicato il 03/16/2006



Scarica gli allegati