Facebook Instagram

11/14 FEBBRAIO 2018

L'ECCELLENZA DELLA SCARPA MADE IN ITALY PASSA DALLA FORMAZIONE 

Il rafforzamento del settore calzaturiero dipende in larga misura dall'attenzione che si presta all'ambito formativo. Consapevole di questo, ANCI è da sempre impegnata nel sostegno alla formazione e allo sviluppo tecnologico del settore e in questo senso,
Il rafforzamento del settore calzaturiero dipende in larga misura dall'attenzione che si presta all'ambito formativo. Consapevole di questo, ANCI è da sempre impegnata nel sostegno alla formazione e allo sviluppo tecnologico del settore e in questo senso, nel quadro del prestigioso appuntamento di MICAM ShoEvent, dà vita a numerose iniziative.

Sulla base di un rapporto di collaborazione consolidato con il Ministero della Pubblica Istruzione e con alcune importanti università italiane, ANCI lavora da diversi anni per sviluppare corsi specialistici sui temi che riguardano l'industria calzaturiera e per indire concorsi aperti agli studenti di tutta Italia. Il successo di quest'attività è sottolineato anche quest'anno dall'ampia partecipazione delle scuole ai due concorsi più significativi organizzati da ANCI: 'I love Italian Shoes' che coinvolge i ragazzi nella realizzazione di progetti dedicati al settore calzaturiero e che si sviluppa in collaborazione col Ministero della Pubblica Istruzione, e il concorso per premi di laurea frutto dell'attività d'intesa tra ANCI e la Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e rivolto ai neo-laureati.

Più confortante ancora delle numerose partecipazioni è il livello qualitativo dei lavori presentati, dal quale si deduce una sempre più qualificata preparazione delle scuole e dei docenti. Tutto ciò evidenzia i benefici di un dialogo ben articolato tra mondo del lavoro e mondo scolastico, confermando l'importanza del Progetto Scuola ANCI e dei suoi obiettivi.

L' edizione 2006 di 'I love Italian Shoes' ha premiato l'Istituto Comprensivo di Camporgiano (Lucca) per la categoria Scuole Primarie e la Scuola Media Statale 'Centro Storico' (Pordenone), per la categoria Scuole Secondarie di 1° Grado. Per la categoria Scuole 2° Ciclo e Agenzie Formative sono tre gli Istituti premiati: Istituto Cavanis Collegio Canova di Possagno (Treviso) per l'Area Comunicazione, C.E.R.C.A.L. di S. Mauro Pascoli (Forlì-Cesena) e IPSIA 'Carlo Scarpi' di Montebbeluna (Treviso) per l'Area moda e design.

I premi di laurea, invece, sono andati a due giovani dottoresse: Erika Ponzo, laureata in economia aziendale alla Bocconi con una tesi su 'Reti tra imprese e sistemi di controllo; il caso del settore calzaturiero' e Simonetta Rosa, laureata in scienze della comunicazione all'Università degli Studi di Roma con una tesi su 'Progetto di creazione del sistema di identità visiva dell'azienda INPELLE'.

Risulta interessante rilevare l'aumento di partecipazioni di studenti di ingegneria, un dato che si spiega con il rapporto cooperativo che da qualche anno lega ANCI e l'Università Politecnica delle Marche, un rapporto che ha assicurato all'Associazione l'istituzione di tre corsi specialistici dai contenuti strategici per l'industria calzaturiera.

Inoltre, nel prossimo anno accademico verrà avviata una collaborazione con la Facoltà di ingegneria di Pavia, con la quale si sta già lavorando per l`attuazione di un network della ricerca, a cui parteciperanno anche altri Istituti e laboratori tecnologici che si affiancano a strutture formative di settore riconosciute da ANCI, fra cui: Politecnico Calzaturiero (Veneto), CEQ (Toscana), CERCAL (Emilia Romagna), SCAM (Marche), con il coordinamento del Centro Italiano Materiali di Applicazione Calzaturiera: CIMAC. Scarica l'allegato:


Pubblicato il 09/21/2006



Scarica gli allegati